MEVi2021 Mortalità generale 0-74 anni: nel 2020 il 13% in più del 2019

I decessi 2020 0-74 anni superano di 22.000 casi quelli dell’anno precedente (a fronte di circa 15.000 decessi Covid segnalati). Il tasso di mortalità std per 100mila nelle età fino a 74 anni è in media nazionale di 297 nel 2020 contro il 263 del 2019 e se per le femmine l’aumento medio nell’ultimo anno è del 9%, per i maschi raggiunge il 16%. Le già rilevanti differenze territoriali si amplificano ulteriormente rendendo lo scenario ancora più eterogeneo ma Campania e Sicilia si confermano nel 2020 le Regioni con la mortalità generale 0-74 anni più elevata.

Il Progetto MEV(i) è finalizzato all’analisi della mortalità evitabile, vale a dire quella quota di decessi che avvengono per cause di morte contrastabili con adeguati e tempestivi interventi di prevenzione primaria e di diagnosi e trattamento della malattia. Si tratta di approfondimenti che vengono condotti sui casi di morte avvenuti entro i 74 anni di età e per i quali è disponibile la causa del decesso, dati che al momento sono aggiornati al 2018 e che costituiscono la base delle analisi presentate nella seconda parte di questo Rapporto, dedicata alla mortalità evitabile. Alla luce degli eventi del 2020 legati all’epidemia di SARS-CoV-2 il Centro Studi Nebo ha tuttavia realizzato un focus sulla mortalità generale dell’ultimo biennio, limitatamente alla popolazione 0-74 anni, classe di età di primario interesse dei Rapporti MEV(i). È in questo contesto infatti che andranno a inserirsi le future analisi sulla mortalità evitabile, una volta disponibili i dati sui decessi per causa: gli studi dei prossimi anni consentiranno, auspicabilmente, di misurare la discontinuità oggi evidenziata solo in termini quantitativi anche qualitativamente e di valutare le ricadute indirette dell’epidemia sulla mortalità per causa.

Download Rapporto 2021 (pdf)

Utenti MEV(i)

Per contattare MEV(i)