Giorni perduti pro-capite

È l'indicatore adottato per la classifica annualmente proposta da MEV(i) e fornisce una misura del tempo non vissuto (perduto) dai deceduti per cause evitabili rispetto alla propria aspettativa di vita.

Per consentire confronti geografici l'ammontare di ciascun territorio è ripartito sulla relativa popolazione (entro i 74 anni), standardizzato ed espresso in giorni. 

Attribuire un peso ai morti in ragione della loro speranza di vita al momento del decesso è finalizzato a creare un'ulteriore sbilanciamento in favore dei territori dove l'età alla morte tra i decessi evitabili è comunque più avanzata.

Anni perduti per deceduto

Costruito secondo una metodologia del tutto analoga al precedente, questo indicatore fornisce una misura del numero di anni mediamente persi dai deceduti rispetto alla speranza di vita all'età della morte.

Tassi per 100.000 residenti

Permettono di confrontare l'incidenza dei casi di morte fra i diversi territori per le diverse cause considerate.

n.b.
Tutti gli indicatori sono standardizzati con la popolazione standard europea.